Come funziona il cambio di una bici?

Piccola guida poco tecnica per chi vuole fare qualche regolazione fai da te.

Iniziamo con il dire che il sistema si basa sul comando al manubrio, che appunto si chiama comando perchè attraverso di lui si decide su quale ingranaggio posizionare la catena e di conseguenza la nostra pedalata.

Alla ruota troviamo il pacco pignoni(ingranaggi) e il deragliatore, quella gambetta che fa fare una S alla catena.

Bene, allora il comando al manubrio, attraverso un filo collegato al deragliatore

(gambetta ) sposta la catena sui nostri diversi pignoni e ne consegue che a parità di pedalate riesco ad andare più o meno veloce.

Fondamentale è allineare il pignone medio, diciamo il 3° con il deragliatore e di conseguenza dovrò leggere il n.3 sul comando. Se in questa posizione la catena produce rumori di sfregamento, significa che il deragliatore non sta lavorando comodamente e silenziosamente nella posizione corretta.

Bisognerà allora ,attraverso il registro/tenditore, posto alla fine del filo del comando cambio, dal lato del cambio, allentare o tirare il filo ,fino ad ottenere l'allineamento della catena con il cambio scelto.

A questo punto il passaggio tra un rapporto e l'altro ,se quanto sopra è stato seguito, dovrebbe essere a posto. Resta adesso la necessità di fermare la cambiata tra il rapporto più piccolo e quello di dimensioni più grande. Sul gambo del cambio ci sono due viti, Le viti servono appunto per regolare la corsa del cambio dalla marcia più piccola a quella più grande.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati